5 luglio 1947, il primo Premio Strega è vinto da Ennio Flaiano

Nasce in Italia il Premio Strega, aggiudicato nella sua prima edizione dallo scrittore Ennio Flaiano, irriverente e ironico, col romanzo ‘Tempo di uccidere’.

Il 5 luglio 1947 nell’Hotel de la Ville a Roma viene assegnato il primo Premio Strega: il vincitore è Ennio Flaiano con il romanzo Tempo di uccidere pubblicato da Longanesi. Dal 1986 è organizzato e gestito dalla Fondazione Bellonci ed è universalmente riconosciuto come il premio letterario più prestigioso d’Italia, oltre a godere di una consolidata fama in Europa e nel resto del mondo. Esso è il premio letterario che viene assegnato annualmente all’autore o autrice di un libro pubblicato in Italia, tra il 1° marzo dell’anno precedente e il 28 febbraio dell’anno in corso
La prima edizione fu vinta dal romanzo Tempo di uccidere, di Ennio Flaiano, pubblicato dalla casa editrice Longanesi nell’aprile 1947. La critica nei mesi successivi non risparmiò recensioni severe e poco entusiaste al libro e al suo autore, ma in seguito il romanzo, relativamente lontano dai caratteri neorealisti tipici del periodo, venne paragonato alle opere esistenzialiste di Albert Camus e Jean-Paul Sartre. Per la sua originale inventiva onirica basata sull’assurdo, insieme ad alcune opere di Tommaso Landolfi, Dino Buzzati e Alberto Savinio, il romanzo è considerato come una delle più importanti opere italiane rappresentative di un filone letterario non oggettivo e rivolto agli aspetti surreali del narrare. Il Premio è stato istituito a Roma nel 1947 da Maria Bellonci e da Guido Alberti, proprietario della casa produttrice del Liquore Strega, che dà il nome al Premio e si ricollega alle storie sulla stregoneria a Benevento che risalgono ai tempi dell’antichità classica.
Nel dopoguerra il Premio diventa un traino per il mondo della cultura italiana, logorato da oltre vent’anni di dittatura fascista e dal recente conflitto. “Cominciarono, nell’inverno e nella primavera 1944, a radunarsi amici, giornalisti, scrittori, artisti, letterati, gente di ogni partito unita nella partecipazione di un tema doloroso nel presente e incerto nel futuro. Poi, dopo il 4 giugno, finito l’incubo, gli amici continuarono a venire: è proprio un tentativo di ritrovarsi uniti per far fronte alla disperazione e alla dispersione”, ha scritto Maria Bellonci, ideatrice del Premio
Vediamo chi vinse il premio Premio Strega. Ennio Flaiano (Pescara, 5 marzo 1910 – Roma, 20 novembre 1972) è stato uno sceneggiatore, scrittore, giornalista, umorista, critico cinematografico e drammaturgo italiano. Specializzato in elzeviri, Flaiano scrisse per Oggi, Il Mondo, il Corriere della Sera e altre testate. Lavorò a lungo con Federico Fellini, con cui collaborò ampiamente ai soggetti e alle sceneggiature dei suoi più celebri film, tra i quali La strada, La dolce vita e 8½.

Articoli correlati

Lascia un commento