A Roma il monopattino eco fa figo. Compreso nel prezzo anche il vaffanculo

Viene caldeggiato da più parti, ma lo sharing del monopattino ha un costo e qualche controindicazione. Compresa quella dei passanti

Sampietrini o no arriva ufficialmente a Roma un altro operatore di monopattini elettrici in sharing.  Stavolta la flotta a disposizione di romani e turisti è un’altra griffe. Mille i monopattini a disposizione della Città Eterna. Le tariffe? Non proprio per tutte le tasche, perché essere green fa figo ma costa. Almeno per ora. No? 2 euro circa per dieci minuti…
Ma vediamo nello specifico, lasciando stare i pacchetti per le offerte, atteniamoci allo standard, che, appunto, è standard, per le diverse agenzie che abbracciano questa filosofia di spostamento. Pensate, la tariffa standard viene 1 euro di sblocco, più un costo al minuto, chi prevede 15 centesimi, o chi 0,19 cent al minuto. Un servizio che si paga con qualsiasi carta. Ma conviene andare sul monopattino, sfrecciando tra i passanti e le auto (e i ciclomotori?), rischiando la propria incolumità? Stiamo parlando di Roma e quindi pensiamo a Roma. Insomma, più che una città/metropoli che strizza l’occhio all’ecologia forse le città dovrebbero dotarsi di corsie preferenziali soggette a velocità, tenendo a mente il vecchio calcolo della velocità, cioè la divisione tra la distanza per il tempo impiegato a percorrerla. Se il tempo è l’unità più importante e si vuole raggiungere un determinato luogo si viaggia veloci attraverso un mezzo di locomozione… E ricordiamo che la velocità è al max di 30 kmh.
Ah, ancora, concentriamoci un momento sul monopattino e il servizio che offre: è possibile prenotare la corsa in anticipo? Resta necessario raggiungere fisicamente il monopattino, scansionare il QR code per lo sblocco del veicolo; quando si finisce la corsa si chiude il noleggio tramite app e si parcheggia il monopattino elettrico in uno degli stalli oppure a lato strada, ma qui va fatta attenzione perché se è una zona non coperta si addebitano le spese di recupero.
Vero è che il monopattino non inquina, non brucia, non occupa spazi, ma affermare che non sia pericoloso per sé e per gli altri è un tantinello azzardato, tra persone non capaci, l’ostacolo sampietrini e slalom assortiti forse altri mezzi sarebbero più consoni. Non ultimo, a Roma, piuttosto che a Milano o Torino, ‘il vaffanculo e il mortacci’ dei passanti è compreso nel prezzo.

Articoli correlati

Lascia un commento