Giorgio Di Giorgio: “Rivitalizzare Latina col progetto 20-30, coinvolgendo tutti”

Può la città di Latina risollevarsi dal suo stato critico? L’idea di Giorgio Di Giorgio si chiama ‘Latina viva 20-30’ e coinvolge tutte le forze attive del territorio.

Quando si vive un’emergenza si fa squadra. Il governo nazionale per affrontare il nemico comune Covid-19 ha approntato una task force allargatissima ed ha chiamato al buon senso tutti i cittadini e l’opposizione politica. Come dire, se ne esce insieme. Un po’ quello che avrebbe potuto fare a Latina il partito Lbc, forza granitica monocolore al governo del capoluogo da 4 anni. Ma non è mai troppo tardi, soprattutto quando c’è il bene comune da valorizzare, potenziare e ricostruire. Così, in modo trasversale, anche perché le ideologie oggi sono saltate da un pezzo, ecco che le intelligenze e le sensibilità rimaste in Palude illustrano la propria personale ricetta per uscire dal pantano in cui tutti, ma proprio tutti, sono caduti.

Nasce così ‘La casa di Campagna’, un programma web in onda sul canale di shopzy.it che a turno affronterà temi e argomenti cari alla crescita del territorio, seppure talvolta lo sguardo sarà rivolto altrove. Ospite di questa prima puntata è stato Giorgio Di Giorgio, imprenditore, titolare di un’agenzia di comunicazione. Di Giorgio ha illustrato il progetto che a maggio gli è balenato in mente, stimolato nella creatività dalla frustrazione del lockdown, che si chiama ‘Latina viva 20-30’, un titolo a un progetto di rivitalizzazione e riqualificazione, anzi una vera e propria rivoluzione, che abbraccia il centro storico, il cuore, ma anche i polmoni e il fegato, di Latina, oggi moribonda e depressa. Primo interlocutore è stato il sindaco Damiano Coletta, che insieme alla sua giunta pare abbia accettato con entusiasmo questo progetto donato da Di Giorgio alla città. Certo, Di Giorgio s’è avvalso del contributo professionale di figure che hanno saputo rendere l’idea a livello teorico, una teoria che intende nella sua visione collegare anche il centro di Latina col suo Lido e la stazione.

Il progetto è finito anche sui tavoli delle associazioni di categoria e di alcuni imprenditori. Quello che è certo è che Di Giorgio non avanza candidature politiche o partitiche, agisce alla fine per quello che è il bene comune. Riuscirà nel suo intento?

Qui potete rivedere la puntata andata in onda giovedì 18 giugno.

Articoli correlati

Lascia un commento