Hotspot di Lampedusa, nuove forme di sicurezza per l’accoglienza

Ultime verifiche per definire le linee di intervento, in termini di sicurezza e rispetto delle misure sanitarie anti-covid, per i lavori di adeguamento dell’hotspot di Lampedusa.

Sono serrati gli incontri in videoconferenza tra il capo del dipartimento per le Libertà civili e l’Immigrazione Michele di Bari, i membri della task force interministeriale, il prefetto di Agrigento e Invitalia. La riunione precede il sopralluogo della commissione interministeriale sull’isola previsto il prossimo 15 settembre e quello a Pozzallo del 16 settembre.

Prioritario, in questa fase, trovare il modo di far convivere in sicurezza le imprese impegnate negli interventi in itinere con i migranti, compatibilmente con le disponibilità delle navi, garantendo il massimo rispetto delle regole di sorveglianza sanitaria.

Confermata da Invitalia l’accelerazione dei lavori, già appaltati, presso l’hotspot dell’isola. In via di completamento il II° lotto, entro settembre partiranno i lavori del III° lotto.

Articoli correlati

Lascia un commento