Il genio di Emilio Greco rivive sulle porte del Duomo di Orvieto

Museo Greco, iniziati il lavoro per la conclusione del restauro dei gessi delle porte del Duomo di Orvieto.

Sono iniziati nei giorni scorsi i lavori per la conclusione del restauro delle formelle di gesso delle
porte del Duomo di Orvieto, realizzate dallo scultore Emilio Greco tra il 1962 e il 1970 e conservate
a Sabaudia nel museo cittadino a lui dedicato.
Gli interventi sono finanziati dalla Regione Lazio nell’ambito dell’avviso pubblico per la valorizzazione dei luoghi della cultura del Lazio, al quale il Comune di Sabaudia ha partecipato, per un importo di oltre 24mila euro su un costo complessivo di 31.072,20 euro, e prevedono il consolidamento e restauro delle grandi superfici modellate con conseguente istallazione sopra un
apposito telaio in acciaio. Con questa seconda tranche di lavori si porta a compimento il percorso
intrapreso l’anno scorso con le opere conservative delle prime quattro formelle, anch’esse
cofinanziate dall’Ente regionale per un importo complessivo di circa 30mila euro.
“Siamo ben felici di questo ulteriore passo in avanti nel lavoro di riqualificazione del Museo Emilio
Greco, iniziato nel 2019 con il riallestimento dello spazio museale e delle opere in esso conservate
commenta il consigliere delegato Francesca Avagliano – Speriamo che la situazione emergenziale
che vede necessaria la chiusura dei musei, possa terminare quanto prima così da permettere a noi
tutti di fruire anche di questi lavori di restauro che daranno senza dubbio alcuno una nuova luce
alle formelle in gesso e in generale al Museo Greco, uno dei tre musei in Italia – il primo in ordine
cronologico – dedicati alla figura dell’illustre scultore e disegnatore italiano”.

Articoli correlati

Lascia un commento