Il mare nostrum e l’uomo: incontro d’Occidente ad Anzio

Ultimo appuntamento per la rassegna culturale ‘Occidente 2022: L’uomo e il mare’. Venerdì 9 settembre (ore 18,00), al Parco archeologico della Villa Imperiale di Nerone, si parlerà di quella magnifica risorsa che è il Mare Nostrum. Tema dell’evento <economica/mente/mare>, argomento quanto mai attuale per via dell’attenzione dedicata al settore dal Piano nazionale di ripresa e resilienza.
La suggestione sul tema viene da lontano: gli antichi greci e i romani, i popoli del Medioevo… fino al Novecento avevano fondato scambi e commerci sul dominio dei mari. E la domanda che vorremmo porre ai nostri ospiti è <Qual è oggi la nostra rotta?>.
A raccontare dove stiamo andando un parterre di ospiti d’eccezione: Alessandro Panaro, responsabile dell’area di Ricerca marittima e di Economia mediterranea del Centro Studi e Ricerche per il Mezzogiorno; la biologa marina, professoressa Luciana Migliore, dell’Università degli studi di Roma “Tor Vergata”; il dottor Marcello Tamiano, presidente Area Litorale CNA Roma Città Metropolitana, Luca Valentini, direttore commerciale di Msc Crociere, fra i più importanti gruppi del settore a livello internazionale.
Modererà l’incontro Fiorina Capozzi, giornalista del quotidiano di economia e finanza Verità & Affari.
Si chiude così la serie di cinque incontri, ideati e progettati dal professor Angelo Favaro e coordinati dal consigliere Federica De Angelis, per l’amministrazione comunale di Anzio, guidata dal sindaco Candido De Angelis. Giunta ormai alla sua terza edizione, dopo la prima estiva del 2021, l’evento Dante Pater di dicembre, la rassegna è ormai diventata un riferimento nel panorama culturale estivo della città e di Roma Metropolitana. In questa edizione, l’attenzione si è concentrata su alcuni temi forti: la storia del Mediterraneo, la Poesia del Mare, la Politica sul Mare e sui Mari, penultimo incontro dedicato al centenario pasoliniano con una Festa dei Poeti. Ha osservato il professor Angelo Favaro: 《È stata un’estate ricca di cultura, sollecitazioni intellettuali, riflessioni sul nostro passato e sul nostro presente in relazione alla ricchezza del mare. L’Italia è lo Stato europeo ponte sul Mediterraneo e le nostre coste variegate configurano insieme ad una eccezionale biodiversità, anche un’attrazione turistica unica al mondo. La Sicilia arabo normanna, la Calabria bizantina, le coste del Latium vetus, il fascino delle città marinare, la Sardegna, l’Adriatico… l’elenco delle località è lunghissimo, ma molto ci aiuta a capire che sul Mare bisogna investire con intelligenza e cuore. Gli incontri di Occidente 2022 sono stati un vero e proprio Think tank, per prepararci al futuro》Si è, dunque, dato spazio a poeti, economisti, intellettuali, di profilo e livello internazionale, che con le loro riflessioni hanno arricchito l’estate anziate.

Articoli correlati

Lascia un commento