Pc e smartphone, sarà un anno in negativo

I ricercatori di Gartner sono stati chiari: nel 2020 per le vendite di pc, tablet e telefoni ci sarà una flessione del 13,6%, col settore telefonico il più colpito. Se è vero che con le restrizioni e gli isolamenti da Covid-19 il mezzo digitale è stato quello più usato per restare in contatto con amici, parenti e in genere il mondo, non si tradurrà però in un investimento in nuovi strumenti telematici e digitali.
Infatti restano fermi gli acquisti, con l’emergenza sanitaria e il futuro incerto la compressione degli acquisti è un dato di fatto reale.
Invece, la contrazione del mercato dei computer sarà meno marcata, fermandosi al 10,5%, dato che il telelavoro e la didattica a distanza hanno invece aumentato l’uso e, di conseguenza, l’acquisto.

Articoli correlati

Lascia un commento