Primo concorso Collegium Musicum, dedicato ai cantautori e cantanti

L’associazione Minerva, il Collegium Musicum e la pagina Facebook Radio Web Latina presentano il primo concorso canoro dedicato a cantautori e cantanti di Latina.

Si tratta del primo concorso dedicato ai cantautori o cantanti residenti a Latina, ma anche a gruppi e/o band in cui almeno un elemento sia residente nel comune di Latina. Il tutto ideato e organizzato a sostegno di uno dei grandi progetti attesi a Latina e cioè il progetto della Casa della Musica di Latina.

Il concorso, fortemente voluto dal Presidente dell’associazione Minerva, Annalisa Muzio, servirà, dunque, a sostenere questo importante progetto per la nostra città e per promuovere e favorire la cultura, in particolare quella musicale e, soprattutto dare voce ai talenti locali.

I brani potranno essere brani inediti dedicati, o meno, sia alla nostra città che alle atmosfere del Natale; unico vincolo il fatto che al contest potranno partecipare solo autori e/o cantautori residenti nel Comune di Latina, gruppi e band, purché almeno un elemento sia residente nel nostro comune. Per partecipare bisognerà essere maggiorenni. Sonicview Sound Factory che consisterà nella possibilità di incidere il proprio brano in uno studio di registrazione professionale.

Si tratta del primo concorso dedicato ai cantautori o cantanti residenti a Latina, ma anche a gruppi e/o band in cui almeno un elemento sia residente nel comune di Latina. Il tutto ideato e organizzato a sostegno di uno dei grandi progetti attesi a Latina e cioè il progetto della Casa della Musica di Latina che, da oltre 10 anni, non riesce ancora a diventare efinitivo nonostante sia già stato ampiamente finanziato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali con due milioni di euro a cui si sono aggiunti quelli di un mutuo accesso dal Comune di Latina.
Il concorso, fortemente voluto dal Presidente dell’associazione Minerva, Annalisa Muzio, servirà, dunque, a sostenere questo importante progetto per la nostra città e per promuovere e favorire la cultura, in particolare quella musicale e, soprattutto dare voce ai talenti locali. I brani potranno essere brani inediti dedicati, o meno, sia alla nostra città che alle atmosfere del Natale; unico vincolo il fatto che al contest potranno partecipare solo autori e/o cantautori residenti nel Comune di Latina, gruppi e band, purché almeno un elemento sia residente nel nostro comune. Per partecipare bisognerà essere maggiorenni.
I brani dovranno avere una durata massima di 4 minuti. Tutti coloro che vorranno partecipare potranno inviare il materiale necessario, sotto forma di registrazione audio di qualità accettabile, all’indirizzo mail [email protected] .
I lavori dovranno pervenire entro e non oltre il prossimo 1° dicembre unitamente alla scheda di adesione, debitamente compilata e sottoscritta, e al foglio della privacy che si potranno trovare sulla pagina Facebook dell’associazione Minerva Latina. Tutti i brani iscritti al concorso verranno poi selezionati da una giuria tecnica; i 3 brani finalisti verranno votati dalla giuria opolare attraverso i social. In palio, per il vincitore che verrà decretato il prossimo 18 dicembre, un assegno pari a 300 euro. La giuria assegnerà, inoltre, anche un altro premio (che potrà essere aggiudicato al vincitore del contest o ad un altro partecipante) il premio offerto dal Collegium Musicum e da Sonicview Sound Factory che consisterà nella possibilità di incidere il proprio brano in uno studio di registrazione professionale.

“Latina For Xmas Songs Competition- spiega il presidente di Minerva, Annalisa Muzio – è la prima iniziativa del genere a Latina nata con l’intento e la voglia di dare voce e spazio ai tanti talenti locali. Insieme al Collegium Musicum e alla pagina Facebook Radio Web Latina abbiamo ideato questo
contest anche per riaccendere i riflettori su un progetto di fondamentale importanza per la nostra città, il progetto della Casa della Musica, che potrebbe diventare un punto di riferimento per cantautori, cantanti e band che oggi non hanno uno spazio dedicato, per esempio, per potere incidere. Un progetto, questo – aggiungono gli organizzatori – messo in campo grazie ad un grande lavoro di squadra tra associazioni. Musica, cultura ma anche economia perché La casa della Musica è una struttura che, se finalmente realizzata, porterebbe alla creazione di nuovi posti di lavoro e indotto turistico. Ecco perché per tutti noi questo contest assume un significato ancora più importante”.

Articoli correlati

Lascia un commento