Riparte il calcio, prima la Coppa Italia poi la serie A

La Coppa Italia diventa lo spot della ripresa del calcio, in attesa della ripartenza della serie A: mercoledì 17 la finale del torneo e sabato 20 torna in campo la massima serie.

Ripartita la Coppa Italia (con la finale in programma il 17 giugno), ma soprattutto riparte il campionato di serie A e B il 20 giugno, seppure con una serie di incognite, determinate dalla variabile coronavirus. Così, a scanso di equivoci, lunedì 8 giugno è stata votata a larga maggioranza la proposta del presidente federale Gabriele Gravina, col voto contrario comunque della Lega di Serie A: play-off e play-out in caso di nuovo stop ai campionati, altrimenti definizione delle classifiche, con retrocessioni ma senza assegnazione del titolo di campione d’Italia, attraverso il criterio correttivo, vale a dire media punti ponderata casa-trasferta.

Andiamo con ordine. La ripresa della Serie A partirà sabato 20 e domenica 21 giugno, quando si giocheranno i recuperi della 25ª giornata in calendario: Torino-Parma è la prima partita in programma, seguita da Atalanta-Sassuolo, Verona-Cagliari e Inter-Sampdoria. Si ritornerà alla ‘normalità’ con la 27ma giornata: Atalanta-Lazio, Bologna-Juventus, Fiorentina-Brescia, Genoa-Parma, Inter-Sassuolo,
Lecce-Milan, Roma-Sampdoria, SPAL-Cagliari, Torino-Udinese, Verona-Napoli.

In serie B il calendario della ripartenza è fissato al 17 giugno con Ascoli-Cremonese, recupero della 6^ giornata di ritorno, mentre l’inizio dei playoff è programmato per il 4 agosto, playout 7 e 14 dello stesso mese. Poi, domenica 21 giugno ecco la 29^ giornata. I turni infrasettimanali sono tre: il 30 giugno, il 14 luglio e il 28 luglio.

In serie C invece definita la formula di play-off e play-out, mentre sono promosse in B Monza, Vicenza e Reggina; invece le retrocessioni al campionato di Serie D hanno accolto le ultime in classifica, cioè Gozzano, Rimini e Rieti.

Articoli correlati

Lascia un commento